Cosa abbiamo imparato da Okwui Enwezor?

arte

A un anno di distanza dalla sua prematura scomparsa dopo una lunga battaglia contro il cancro, abbiamo ancora un sacco di cose da imparare dalla figura di Okwui Enwezor, critico d’arte morto a soli 55 anni il 15 marzo 2019. Lo dimostra il fatto che, digitando il suo nome in internet, la maggior parte degli articoli restituitici dai motori di ricerca sottolineano con fare sensazionalistico il suo essere stato il primo curatore nigeriano della Biennale.

Quella volta in cui vidi del formaggio gigante in un Museo (E che poi si scoprì essere tutt’altro)

arte

Quando ho visto per la prima volta un museo di Arte Contemporanea, l’Hamburger Bahnhof di Berlino, ho pensato si trattasse di lavori che non potevano assolutamente competere con i capolavori rinascimentali o romantici. Mi trascinavo nelle varie sale con aria confusa, buttando l’occhio qua e là ma senza capire cosa stessi guardando. Mi soffermai su un’opera in particolare, al piano terra. In una grande sala erano state posizionate, su delle pedane di legno, delle grosse forme di quello che all’epoca mi sembrò formaggio. Emanava un odore particolare, non era un tanfo vero e proprio quanto più una presenza misteriosa nell’aria. La domanda principale che mi posi fu cosa avesse spinto un artista a realizzare quelle enormi forme di formaggio e cosa fosse passato nella mente di chi aveva addirittura deciso di esporle in un Museo.