Ian Wilson 1940 – 2020

arte

Il 17 aprile 2020 è venuto a mancare uno degli esponenti più radicali ed estremi dell’arte concettuale: Ian Wilson.

Nato in Sud Africa nel 1940, Wilson si è trasferito a New York nel 1960 e ha subito mostrato una vicinanza al minimalismo e a tutto ciò che riguardasse l’arte nelle sue forme più lineari, pulite e astratte. Inizia a produrre sculture e dipinti prevalentemente in bianco e nero.

Quella volta in cui vidi del formaggio gigante in un Museo (E che poi si scoprì essere tutt’altro)

arte

Quando ho visto per la prima volta un museo di Arte Contemporanea, l’Hamburger Bahnhof di Berlino, ho pensato si trattasse di lavori che non potevano assolutamente competere con i capolavori rinascimentali o romantici. Mi trascinavo nelle varie sale con aria confusa, buttando l’occhio qua e là ma senza capire cosa stessi guardando. Mi soffermai su un’opera in particolare, al piano terra. In una grande sala erano state posizionate, su delle pedane di legno, delle grosse forme di quello che all’epoca mi sembrò formaggio. Emanava un odore particolare, non era un tanfo vero e proprio quanto più una presenza misteriosa nell’aria. La domanda principale che mi posi fu cosa avesse spinto un artista a realizzare quelle enormi forme di formaggio e cosa fosse passato nella mente di chi aveva addirittura deciso di esporle in un Museo.