Cosa abbiamo imparato da Okwui Enwezor?

arte

A un anno di distanza dalla sua prematura scomparsa dopo una lunga battaglia contro il cancro, abbiamo ancora un sacco di cose da imparare dalla figura di Okwui Enwezor, critico d’arte morto a soli 55 anni il 15 marzo 2019. Lo dimostra il fatto che, digitando il suo nome in internet, la maggior parte degli articoli restituitici dai motori di ricerca sottolineano con fare sensazionalistico il suo essere stato il primo curatore nigeriano della Biennale.

Santa Lucia davanti al giudice

arte

Lorenzo Lotto (1480-1556/7), Santa Lucia davanti al giudice(1532)
Per conoscere la produzione controcorrente di Lorenzo Lotto è necessario tornare indietro nella Venezia del XVI secolo. Personalità autonoma, in cerca di tradizioni culturali diverse dalla propria, Lotto sin dalle prime opere esprime la sua inclinazione ad un’attenta indagine psicologica dei suoi soggetti. Insieme colore e luce si impegnano nella minuziosa descrizione della realtà.

Quella volta in cui vidi del formaggio gigante in un Museo (E che poi si scoprì essere tutt’altro)

arte

Quando ho visto per la prima volta un museo di Arte Contemporanea, l’Hamburger Bahnhof di Berlino, ho pensato si trattasse di lavori che non potevano assolutamente competere con i capolavori rinascimentali o romantici. Mi trascinavo nelle varie sale con aria confusa, buttando l’occhio qua e là ma senza capire cosa stessi guardando. Mi soffermai su un’opera in particolare, al piano terra. In una grande sala erano state posizionate, su delle pedane di legno, delle grosse forme di quello che all’epoca mi sembrò formaggio. Emanava un odore particolare, non era un tanfo vero e proprio quanto più una presenza misteriosa nell’aria. La domanda principale che mi posi fu cosa avesse spinto un artista a realizzare quelle enormi forme di formaggio e cosa fosse passato nella mente di chi aveva addirittura deciso di esporle in un Museo.

Andy Warhol, tra parrucche e crocifissi

arte

Se è vero che, come dice Mario Praz: “La casa è l’uomo, tel le logis, tel le maître; ovvero dimmi dove abiti e ti dirò chi sei”, l’ultimo appartamento newyorkese di Andy Warhol, al 57 della 66th street, diventa un’insolita, ma imperdibile chiave di lettura di uno dei più grandi geni artistici del suo tempo e non solo.

Riflessione sul ruolo delle arti a tarda notte

arte

La letteratura e l’arte mi avrebbero aiutata a vivere ciò che ho vissuto?

Se anziché usarle come tampone sulle ferite di vita e di crescita, avessi conosciuto queste storie di dolore e fatica prima del fatidico momento in cui la realtà si è trasformata in qualcosa che forse non ho più voglia di osservare, in un complicato groviglio di situazioni e coincidenze, sarebbe servito a qualcosa?

Immagini televisive, malgrado tutto

arte, cinema

Nell’epoca digitale le immagini non sono più proprietà esclusiva degli artisti, ma contribuiscono a costruire una certa coscienza, una certa sensibilità, una certa opinione nei confronti dell’ambiente che ci circonda, soprattutto grazie alla possibilità di interagire direttamente con esse. Questo potere, porta con sé aspetti molto pruriginosi. Fenomeni come le fake news, per esempio, manipolano la realtà, una realtà che al tempo stesso ci manipola. Il problema diviene dunque capire se ciò che ci si para di fronte sia vero, falso, o proiettato a muoversi in entrambe le direzioni.