Sindrome Garpez

arte

Accade che spettatori un po’ distratti, di fronte a certe opere d’arte, vadano incontro alla cosiddetta “sindrome Garpez”, la stessa sindrome che affligge Giovanni Storti nel film Tre uomini e una gamba quando, trovandosi sottomano per la prima volta l’opera dell’artista Garpez e scoprendone il valore esclama: «Cos’è ‘sta roba? Scusate ma… 170 milioni per questa merdina qua? Ma dai, è una follia!» e Giacomo risponde: «Macché follia, che follia!? Ma lo sai che questo qui è un Garpez, uno dei più grandi scultori viventi?»  E Giovanni: «Ma scultore che cosa? Ma guarda che il mio falegname con 30.000 lire la fa meglio, vah, non ha neanche le unghie!».