Brevissima storia della Tuta

arte

La Tuta è diventata la nostra seconda pelle durante questi lunghi mesi di quarantena. Indumento per eccellenza della quotidianità, quasi nessuno si è interrogando sulle sue origini. Dinamicità, movimento e velocità sono aggettivi che vi suggeriscono qualcosa? Ebbene si, la Tuta ha preso forma grazie al Futurismo. In particolare dalla collaborazione del giovane stilista Thayaht e suo fratello Ram.

La prima Tuta dei fratelli Thayath nasce nel 1919. Era concepita come un indumento semplicissimo, essenziale e leggero da poter indossare in qualsiasi occasione. La realizzazione era così semplice che Thayaht stesso aveva pubblicato su varie riviste indicazioni illustrate su come fabbricarsene una in casa propria.

Anche il neologismo “Tuta”, nasconde delle curiosità. Letteralmente sarebbe la traduzione del francese: tout-de-meme, “tutti uguali”, espressione derivata dalla semplicità del taglio. Inoltre il nome originale avrebbe dovuto essere “Tutta” con due t, ad indicarne il fatto l’utilizzo in ogni contesto. Infine se si osserva bene l’indumento del 1919 si noterà che la forma prevede uno schema a T per le maniche, una U per i fianchi, e una A per le gambe.

La prossima volta che indosserete la vostra tuta starete per abitare anche un pezzetto di storia.

Link delle immagini:

https://cutt.ly/YyjZK5z

https://cutt.ly/IyjZZnU